Notizie anni precedenti

Abbiamo aperto sede a Milano

(24-11-2014)

Institut Marquès ha aperto la sede di Milano con l’obiettivo di facilitare le coppie italiane nel loro percorso verso il trattamento dell’infertilità.

Situata nella zona centrale della città, la nuova sede è stata inaugurata lo scorso 24 novembre.

Le pazienti possono così effettuare le visite con la nostra equipe di specialisti e le eventuali analisi senza la necessita di recarsi a Barcellona.

La nuova sede si aggiunge a quelle di Londra e di Dublino e rappresenta un passo in più nel nostro impegno ad avvicinarci ai pazienti stranieri che si rivolgono a noi per realizzare il sogno di una famiglia.

abrimos-clinica-milano

Donatrici di ovociti. Chi sono? Come vengono scelte?

(1-11-2014)

fertility-show-2014

Ancora una volta abbiamo partecipato al che si è svolto questo fine settimana a Londra.

La nostra specialista, la Dott.ssa Victoria Walker ha tenuto un seminario intitolato Le donatrici di ovociti. Chi sono? Come vengono scelte?

Durante la conferenza la Dott.ssa Walker ha parlato dellla donazione di ovociti in Spagna, paragonandola con la donazione nel Regno Unito: “Le leggi spagnole stabiliscono che la donazione di ovociti deve essere anonima e quindi solo il medico della paziente ricevente gli ovociti è a conoscenza dell’identità della donatrice. Le donatrici sono ragazze giovani, ed altruiste che desiderano aiutare altre donne. Molte di loro vengono a loro volta aiutate a terminare i propri studi grazie al compenso monetario che ricevono, spiega la Dott.ssa Walker.

Secondo la task force della Società Europea di Riproduzione ed Embriologia Umana, la Spagna può contare sul più alto numero di donatrici di ovociti di qualsiasi altro paese europeo. Tuttavia essa non offre la più alta compensazione pecuniaria nè presenta la più alta percentuale di donatrici motivate dal punto di vista economico, se paragonate con le donatrici di altri paesi europei.

Leggi di più su Malou ae sul perchè ha deciso di diventare una donatrice di ovociti presso Institut Marquès.

La Dott.ssa Velilla dirige il seminario sulla biopsia embrionale ASEBIR.

(1-10-2014)

Il successo della biopsia embrionale dipende in gran parte dal fatto che questa tecnica viene effettuata da mani esperte.

La direttrice del nostro Dipartimento di Biologia Riproduttiva, la Dott.ssa Esther Velilla, questa settimana dirige un corso teorico e pratico sulla biopsia ed isolamento dei blastomeri, che è organizzato dalla Associazione per lo Studio della Biologia della Riproduzione (ASEBIR) a Cáceres.

Cos’è la biopsia embrionale e come si fa? Per saperne di più.

Partecipiamo nel congresso mondiale WOOSP che si tiene a Jaipur, India.

(8-8-2014)

Il Direttore del nostro Servizio di Biologia Riproduttiva, Dott.ssa. Esther Velilla, presenta questo fine settimana nel secondo World Congress On Ovulation Induction & Ovarian Stimulation Protocols una relazione sulla donazione di ovociti nel mondo globalizzato. Tratterà cause e conseguenze del boom del turismo riproduttivo o cross border reproductive care e parlerà di come la realtà della donazione di ovociti è cambiata negli ultimi anni. La nostra equipe è stata invitata alla conferenza come gruppo referente a livello mondiale in questa tecnica, sempre più utilizzata nella Riproduzione Assistita.

Il tabù dell’infertilità visto dai nostri pazienti.

(30-6-2014)

Al congresso della Società Europea di Riproduzione Umana (ESHRE) tenutosi questa settimana a Monaco di Baviera, il nostro team ha presentato, tra gli altri studi, un’analisi comparativa dell’opinione sociale riguardo ai trattamenti di riproduzione in diversi paesi. Secondo lo studio, mentre il 70% degli spagnoli e dei britannici crede che la loro infertilità sia socialmente accettata nel loro paese, nel caso dei pazienti italiani questa percentuale scende al 30%. Le differenze sono dovute al condizionamento religioso e culturale, nonché al quadro normativo di ogni paese.

Ultimi dati sullo spessore endometriale e sulle probabilitá di ottenere una gravidanza.

(2-6-2014)

Quando ci si sottopone ad un trattamento di riproduzione assistita una delle domande che sorgono più di frequente riguarda lo spessore dell’endometrio, il rivestimento interno dell’utero: che dimensione deve raggiungere per poter ricevere ed accogliere correttamente l’embrione, ossia perchè abbia luogo un buon annidamento e si ottenga quindi una gravidanza?

Questa domanda è ricorrente tanto nei forum sulla fertilità quanto tra gli stessi medici: ci sono infatti opinioni discordanti su quanti millimetri di spessore dovrebbe presentare l’endometrio allo scopo di poter garantire che il trasferimento di embrioni venga effettuato con le maggiori probabilitá di successo.

Ebbene, secondo uno studio eseguito su 5026 casi e presentato dal centro “Institut Marques” durante il congresso della Società Spagnola di Fertilità, lo spessore dell’endometrio non è un fattore determinante e non influenza le probabilità di annidamento, aborto o gravidanza (a patto che sia superiore a 5 mm). Lo studio analizzava migliaia di casi di pazienti con uno spessore endometriale molto variabile (5-12 mm) al momento del trasferimento degli embrioni. Che le pazienti presentassero un endometrio di 5 mm o 12 mm di spessore, in entrambi i casi il trasferimento veniva effettuato con successo e le pazienti restavano incinta. Da ció si è potuto dedurre che questo fattore non influenzava le loro probabilità di successo.

Congresso della Società Spagnola di Fertilità Barcellona 2014

(29-05-2014)

Nel congresso della Società Spagnola di Fertilità, che si terrà a Barcellona dal 29 al 31 di Maggio, il nostro Team presenta ben nove gruppi di lavoro di ricerca.

Tra i gruppi selezionati risaltano quelli che si occupano dell’incorporazione della musica nelle nostre incubatrici, le impressionanti immagini degli embrioni dopo il loro trasferimento in utero, uno studio riguardante il profilo delle persone che adottano embrioni, o la risposta emozionale dei nostri pazienti osservando lo sviluppo degli embrioni attraverso il proprio smartphone.

Abbiamo partecipato ad una nuova giornata organizzata per la associazione italiana Strada per un sogno

(06-04-2014)

Il Dott. Suñol, direttore scientifico dell’Istituto Marquès, ha partecipato la scorsa domenica a Milano all’incontro per donne con problemi di fertilità, organizzato per la associazione Strada per un sogno, in collaborazione con AENDO (Associazione italiana per il dolore pelvico e l’endometriosi). I temi trattati sono stati le patologie femminili che provocano infertilità, la bassa riserva ovarica e la bassa risposta endometriale al trattamento ormonale.

jornada-strada-per-un-sogno2

Assegnazione del premio Top Patient Service 2014

(20-03-2014)

Il nostro centro si è distinto per il suo servizio Patient Service Award 2014, è quanto emerge dalla web Britannica Whatclinic.com, una pagina che confronta a livello globale le cliniche di tutto il mondo e comprende 100.000 centri medici e che lo scorso anno ha ricevuto ben 15 milioni di visite.

I visitatori della pagina hanno riconosciuto l’eccellente servizio prestato dal nostro team, caratterizzato dalla rapidità nella comunicazione e dall’ accoglienza ricevuta dai pazienti durante il trattamento. Conoscere le esigenze dei nostri pazienti ci motiva per continuare ad andare avanti nel cammino verso l’eccellenza con cui ci compromettiamo.

Grazie a tutti per condividere la vostra esperienza nel nostro centro.

facebook-cover-awards-2014

Abbiamo partecipato all’incontro organizzato dall’associazione Strada per un sogno

(17-02-2014)

Il Dottor Jordi Suñol, Direttore Scientifico dell’Istituto Marquès, ha partecipato questo fine settimana alla riunione organizzata dall’associazione Strada per un sogno, una delle più importanti in Italia, che si dedica ad aiutare e informare le persone con problemi di fertilità.

Con il titolo ‘San Valentino nascosto, l’amore declinato PMA’, il nostro direttore scientifico ha parlato della montagna russa emotiva che implica realizzare trattamenti di riproduzione e altri aspetti legati alla Fecondazione in Vitro con donazione di ovuli.

jornada-strada-per-un-sogno
.Da sinistra a destra: Dott. Jordi Suñol, Stefania Tosca (presidente Strada per un sogno), Luisa Musto (co-fondatrice Strada per un sogno) ed il Dott. Stefano Maccario (ginecologo Centro FIVET Italia Torino).

Abbiamo ricevuto il Premio ASEBIR al miglior Poster 2013

(25-11-2013)

Grazie al lavoro dei nostri biologi e alle costanti innovazioni tecnologiche come l’utilizzo del sistema Embryoscope e l’applicazione della Diagnosi Genetica Preimpianto di 24 cromosomi nei nostri laboratori, il lavoro presentato dal team del nostro laboratorio di Genetica durante il VII Congresso Nazionale ASEBIR: Morfocinetica differenziale tra embrioni, euploidi e aneuploidi, ha ricevuto il premio per il miglior Poster 2013.

Inoltre, il lavoro presentato dal team del nostro laboratorio FIV: Marcatori morfocinetici predittivi nella formazione di blastocisti di buona qualità è stato finalista per lo stesso premio.

Vedere il poster del laboratorio di Genetica.

Vedere il poster del laboratorio di FIVET.

Siamo nel Congresso dell’Associazione Spagnola di Biologia della Riproduzione ASEBIR, che si terrà a Siviglia a partire dal prossimo mercoledì

(18-11-2013)

In questo importante evento presentiamo diversi lavori relativi alla vetrificazione di sperma, una tecnica alternativa al congelamento lento che impedisce la formazione di cristalli e che utilizza il saccarosio come crioprotettore naturale.

La Dottoressa Esther Velilla, Direttore del nostro Dipartimento di Biologia Riproduttiva, discuterà i benefici di questa tecnica, che ci permette di migliorare la motilità degli spermatozoi dopo la crioconservazione. La vetrificazione è particolarmente indicata nei casi di malati di cancro che prima di sottoporsi a chemioterapia congelano il seme per poter diventare genitori in un futuro.

Record di visitatori al nostro stand nel Fertility Show

(02-11-2013)

Quest’anno abbiamo presentato la nostra FIVET musicale ed altri progressi tecnologici al Fertility Show di Londra. Il sabato mattina la Dott.ssa Walker ha offerto un seminario sulle donatrici di ovuli all’estero con numerosi partecipanti. Inoltre, Santi Costa, il nostro International manager, Carmen Caló, Andreina Collu, Gwen Navarro e Sara Martínez stavano rappresentando il nostro centro.

Nascono in italia i primi bambini da embrioni fecondati con la musica

(30-10-2013)

Tobias e Sasha sono i primi bimbi italiani, nati da embrioni fecondati con la musica nel nostro laboratorio. . La nascita di questi gemellini è stata, infatti, resa possibile, grazie ad un programma pionieristico di R&S+I (Ricerca & Sviluppo + Innovazione) che abbiamo messo a punto, utilizzando le micro-vibrazioni musicali negli incubatori dove si trovano gli ovociti prima della fondazione, fino al giorno in cui sono stati trasferiti nell’utero della donna.

Coppie dell’Italia e di altri 16 paesi stanno coronando il loro sogno di diventare genitori grazie a quest’innovazione.Leggere di più.

primi-bambini-da-embrioni-fecondati-con-musica

Primi bimbi italiani concepiti con la FIVET musicale

Conferenza informativa per la Giornata Mondiale del cancro alla mammella

(16-10-2013)

Sabato 16 ottobre, in occasione della Giornata Mondiale del cancro alla mammella, il nostro staff partecipò alla giornata informativa organizzata dall’Ospedale CIMA Sanitas e dalla Associazione contro il cancro alla mammella AMYCO, che si celebrò nel nostro auditorio. Il direttore della nostra Unità di cancro alla mammella, il Dr. Alex Garcia Faura, parlò del trattamento chirurgico dei tumori alla mammella, accompagnato da altri specialisti in oncologia, infermeria, psicologia, nutrizione, estetica e consulenza legale, che informarono le interessate. Il Dr. Garcia Faura ricordò che, fortunatamente, al giorno d’oggi più del 90% dei casi di cancro alla mammella si può curare e che la revisione ginecologica annuale è fondamentale per riconoscere in tempo la malattia.

Oggi siamo al Congresso Internazionale di Procreazione Assistita tenutosi a Goa, in India

(07-10-2013)

La Direttrice dell’Unità di Biologia Riproduttiva dell’Institut Marquès, la Dott.ssa. Esther Velilla, ha tenuto due relazioni in occasione di questa conferenza dove partecipano specialisti di tutto il mondo. Oggi parlerà sull’utilizzo della DGP (Diagnosi Preimpianto) per evitare complicanze nei trattamenti di fertilità e domani offrirà ai partecipanti la sua opinione su ciò che ci sta permettendo di scoprire l’Embryoscope, da quando questa incubatrice di embrioni di ultima generazione cominciò ad essere utilizzata.

La musica migliora la fecondazione in Vitro.

(09-07-2013)

Le micro vibrazioni musicali favoriscono la fecondazione dell’ovocito in laboratorio. Questa é la principale conclusione alla quale giunge il lavoro intitolato: “Impact of exposure to music during in Vitro culture on embryo development” che l’Institut Marquès ha presentato al Annual Meeting della Società Europea di Riproduzione (ESHRE) a Londra dal 7 al 10 di Luglio 2012.

La realizzazione di tale studio ha richiesto, per la prima volta nella storia della riproduzione assistita, un’incubatrice di embrioni con altoparlanti al suo interno. In collaborazione con esperti tecnici del suono, il nostro team ha creato un sistema capace di emettere musica all’interno dell’incubatrice per 24 ore al giorno. I risultati mostrano che gli ovuli in coltura con musica migliorano del 4,8% la percentuale di fecondazione. Leggere di più.

Il team degli embriologi dell’Institut Marquès, alla ESHRE di Londra

(04-07-2013)

Il nostro team di biologi parteciperá al congresso della Societá Europea di Riproduzione (ESHRE) che si celebrerá a Londra dal 7 al 10 di Luglio .

Dal laboratorio istallato nello stand di Cryotech i nostri specialisti impartiranno formazione sul nuovo metodo di vitrificazione e devitrificazione del Dott. Kuwayama a tutti gli interessati

La musica migliora la Fecondazione in Vitro

(03-07-2013)

Oggi rendiamo pubblici i risultati dello studio che presenteremo al Congresso ESHRE: gli effetti della musica sulla Fecondazione in Vitro. Dallo studio condotto negli ultimi mesi abbiamo dimostrato che la percentuale di fecondazione aumenta del 5% se gli embrioni sono mantenuti nell’incubatrice con musica. Si tratta di un’innovazione che favorisce l’aumento della percentuale di successo che stiamo adottando nei nostri laboratori. Per saperne di più.

Il nostro team di Riproduzione continua a crescere

(10-06-2013)

Nelle ultime settimane si sono uniti al nostro Servizio di Infertilità la Dottoressa Priscilla Andradre, la Dottoressa Melissa Brain e la Medical Assistant Silvia Pittarella.

Così, grazie ad un team di 40 medici e embriologi e 18 Patient e Medical Assistant, siamo in grado di continuare a fornire il livello di eccellenza e di attenzione personalizzata che vi meritate tutti e di ciascuno dei pazienti che si rivolgono a noi per realizzare il loro sogno di creare una famiglia.

La sicurezza degli embrioni è una priorità

(22-05-2013)

Sapere che gli embrioni sono ben protetti è fondamentale per la tranquillità dei nostri pazienti. I laboratori FIV dell’ Institut Marques, certificati dalla ISO 9001, dispongono di un sistema di sicurezza speciale per proteggere l’integrità dei nostri piccoli pazienti. Questo dispositivo è dotato di un sistema di allarme collegato ai telefoni cellulari che avverte su qualsiasi eventuali modifiche delle condizioni di conservazione degli embrioni e ci permette di evitare possibili danni.

I nostri laboratori hanno anche un programma di telemetria che garantisce il livello di azoto liquido necessario per il corretto mantenimento degli embrioni e con il telecomando lo rifornisce automaticamente quando sia necessario.

Nuovi colloqui on line in spagnolo, inglese, francese e italiano.

Un anno ancora continuiamo con il nostro ciclo di colloqui on line perché possa informarti comodamente da casa su tutto quello che ti interessa per riuscire a diventare madre.

Il prossimo mercoledì 6 marzo la Dottoressa Federica Moffa parlerà della donazione di ovuli e spiegherà in quali casi consiglia la donazione, come si fa ad assegnare le donatrici, quali sono la possibilità di gravidanza e ciò che deve essere chiaro prima di iniziare un ciclo. Se vuoi iscriverti clicca qui.

Altri dibattiti che siamo preparando sono:

  • Dra. Marisa López Teijón. Cómo mejorar tus posibilidades de embarazo. 20 marzo.(español).
  • Dr. Victoria Walker.Come migliorare le tue percentuali di gravidanza. 10 aprile. (English)
  • Dr. Jordi Suñol: Comment faire pour améliorer vos chances de grossesse avec FIV. 17 avril (français)

Partecipiamo all’incontro dell’Associazione Irlandese di Fertilità

(17-02-2013)

Il prossimo 23 di Febbraio il direttore scentifico dell’Institut Marquès, il Dottore Jordi Suñol, parteciperà all’incontro organizzato dall’Associazione Irlandese di Infertilitá NISIG che avrà luogo a Dublino.

La conferenza fa parte del programma informativo diretto a tutte le persone che hanno bisogno di assistenza medica per poter avere un figlio e che spesso si vedono costrette a recarsi all’estero a causa delle limitazioni legali che esistono in Irlanda riguardo a trattamenti come quello dell’ovodonazione.

L’Institut Marquès dispone di un ufficio nel centro di Dublino dove è possibile ricevere informazioni sui nostri trattamenti medici in Spagna.

L’Istituto Marquès partecipa al “Fertility Show”

(3-11-2012)

La Dottoressa Victoria Walker tiene una conferenza sulla donazione di ovuli nel “Fertility Show”. Èun evento che unicamente si celebra a Londra una volta all’anno e riunisce i migliori esperti in riproduzione assistita a livello mondiale, dove assistono donne e coppie che vogliono sottoporsi a un trattamento di riproduzione assistita e non sanno per dove iniziare. Quest’anno sono attese almeno 3500 persone.

Si spiega tutto quello che si deve sapere per rimanere incinta, l’esperienza di una paziente nelle “montagne russe” emozionali dell’infertilità e come gestire le relazioni di coppia nell’infertilità, tra tanti altri temi.

fertility-show-walker

Il nostro studio sui movimenti endometriali presentato al congresso della Società Americana per la Medicina Riproduttiva.

(20-10-2012)

Questa settimana si tiene a San Diego il congresso della ASRM (American Society for Reproductive Medicine), al quale partecipa il nostro direttore scientifico, il Dott. Jordi Suñol.

In questo incontro, l’esperto in fertilità e il presidente dell’Institute for Human Reproduction (IHR) di Chicago, il Dott. Ilan Tur-Kaspa, presenta lo studio realizzato dall’Institut Marquès sui movimenti che avvengono nell’utero dopo il transfer di embrioni, un lavoro premiato nel congresso “Alpha Conference” tenutosi di recente a Londra. Nella foto possiamo vedere il Dott. Suñol il giorno della presentazione.

asrm-sunol

Festeggiamo 2500 casi di DGP, con nuove notizie sulla sua utilità per migliorare le possibilità di gravidanza.

(28-09-2012)

Con 2500 casi di PGD realizzati, il team di Genetica dell’ Institut Marquès si consolida come referente internazionale nell’analisi genetica degli embrioni.

Secondo uno studio realizzato dal Pacific Reproductive Center della California pubblicato nella rivista Molecular Cytogenetics, in pazienti sterili senza rischio di alterazioni cromosomiche il PGD aumenta in maniera significativa le possibilità di gravidanza, riduce le percentuali di aborto ed è specialmente utile quando si desidera trasferire solo un embrione.

Formiamo embriologi europei in tecniche specializzate

(23-08-2012)

Institut Marquès imparte un nuovo programma di formazione per biologi che desiderano specializzarsi in tecniche di vitrificazione e micromanipolazione.

Negli ultimi mesi abbiamo ricevuto la visita di biologi provenienti da Italia, Portogallo, India e Russia che, grazie all’aiuto dei nostri embriologi, hanno potuto apprendere tecniche come la IMSI o la biopsia embrionaria per la diagnosi genetica pre implanto, per poterle utilizzare in seguito nei loro rispettivi paesi, contribuendo così a migliorare le percentuali di successo con le tecniche più avanzate nel campo della tecnologia riproduttiva.

Questo programma suppone un passo avanti nel nostro compromesso con l’insegnamento della Medicina e della Biologia Riproduttiva durante tutte le tappe formative, dal periodo scolare all’Università, che prevede visite di studenti e formazione di residenti e specializzandi e la collaborazione dei nostri biologi come professori in rinomati Master universitari e work-shorp internazionali.

Adozione di embrioni: Più di 500 bambini nati in 28 paesi

(02-07-2012)

Questa settimana presentiamo al congresso ESHRE, che si tiene a Istambul, le oltre 500 nascite che hanno avuto luogo in 28 paesi del mondo con il nostro Programma di Adozione di embrioni.

Clicca qui per conoscere la storia di Sarah, una splendida bambina nata da un embrione congelato. O entra nel Blog della fertilità per sapere come è nata questa iniziativa.

embryo-adoption-500

Per la prima volta, i pazienti possono osservare in casa lo sviluppo dei suoi embrioni

(16-05-2012)

In concomitanza con il congresso della SEF, l’ Istituto Marquès presenta un innovativo sistema grazie al quale i pazienti che hanno effettuato un trattamento di Fecondazione in Vitro possono osservare, attraverso internet da casa, come si sviluppano i loro embrioni prima che vengano trasferiti nell’utero della donna. Così, dalla propia casa o a qualunuqe altro luogo, possono “entrare” nel laboratorio di Fecondazione in Vitro e contemplare i loro embrioni come lo farebbero gli stessi embriologi. Leggere di più.

Immagini inedite: Scopri come l’utero muove gli embrioni

(27-04-2012)

Un nuovo lavoro che verrà presentato questo fine settimana al congresso Alpha Conference di Londra mostra per la prima volta immagini dell’attività dell’utero dopo aver ricevuto gli embrioni, dopo una Fecondazione in Vitro.

Nel video possiamo osservare come i movimenti nell’endometrio permettono che gli embrioni si collochino, indipendentemente dal posto in cui vengano messi dal ginecologo. Questa scoperta ci rivela che non è necessario riposare dopo il transfer degli embrioni e reduce lo stress che questo comporta alle pazienti. Leggere di più.

Il 65 % delle coppie italiane preferirebbe avere gemelli.

(16-04-2012)

Uno studio realizzato dall’ Istituto Marquès su 980 coppie senza figli, di 31 paesi, che si sono sottoposte a trattamento di riproduzione assistita nel nostro centro, rivela che la maggior parte di queste preferirebbe avere gemelli invece che un figlio unico, anche se esistono grandi differenze fra i vari paesi.

In Italia, Spagna, ed alcuni paesi nordici come la Norvegia, più del 60 % delle coppie manifestano il desiderio di avere dei gemelli e solo una percentuale fra il 20 e il 30 % vorrebbero che la gravidanza fosse singola. La percentuale rimanente non ha preferenze, solo desidera rimanere incinta.

Secondo la dottoressa Federica Moffa dell’Istituto Marquès: “Una gravidanza gemellare è una gravidanza ad alto rischio, ma è difficile far comprendere questi rischi ad una donna che teme di non riuscire ad essere madre, poichè la maggior parte immagina che con una gravidanza multipla sarà felice il doppio”.

Leggere di piú.

Maggiori infomazioni sui gemelli su www.il-blog-della-fertilita.com

 

 

La specialista in Fertilitá Zita West visita Institut Marquès

(28-03-2012)

Lo scorso 28 marzo la specialista inglese Zita West é venuta a visitarci.

Con un percorso di 25 anni, Zita West é ostetrica, nutrizionista, agupunturista, autrice di vari libri e coach di centinaia di coppie inglesi ed irlandesi che ricorrono a lei cercando un appoggio in questa loro lotta nella ricerca di una gravidanza.

La maternità a partire dei 40 anni, la sindrome di Penelope

(19-03-2012)

La dottoressa Moffa ha partecipato al congresso sulla sindrome di Penelope che si è tenuto a Torino con una conferenza sulla ovodonazione.

Con il termine sindrome di Penelope si intende il fenomeno per il quale le donne ritardano il momento della maternità e arrivano ad una età nella quale hanno bisogno di ovociti di una donatrice per essere madre.

Premio 2011 dall’associazione What Clinic per il servizio al paziente

(09-02-2012)

Sappiamo che un trattamento d’infertilità richiede un sostegno specialmente delicato ed intimo sin dal primo momento e pertanto nell’Istituto Marquès siamo orgogliosi che associazioni e pazienti valorizzino l’attenzione personalizzata che offriamo durante tutto il processo.

È la priorità con la quale lavoriamo e che in ogni visita, chiamata telefonica o email, motiva i 50 specialisti in Riproduzione, embriologi, membri del servizio di assistenza al paziente, che formano parte del nostro staff medico.

whatclinic

La Società Spagnola di Fertilità riconosce l’Institut Marquès come centro per la conservazione della fertilità

(10-01-2012)

La Società Spagnola di Fertilità ha riconosciuto l’Institut Marquès come uno dei centri con programmi per la conservazione della fertilità per le donne con il cancro o per le giovani donne che vogliano congelare i loro ovociti peruna maternità futura.

Institut Marquès può vantare l’esperienza della Dott.ssa Federica Moffa che appena pubblicato un articolo su Hindawi Publishing Corporation sugli effetti del cancro sulla fertilità e il congelamento e il trapianto di tessutoovarico.

Institut Marquès al Congresso della ASRM

(18-10-2011)

Institut Marquès presenta oggi alla 67ª edizione del Congesso Annuale della ASRM (American Society for Reproductive Medicine), che si celebra questa settimana in Florida e riunisce gli esperti di riproduzione di tutto il mondo, i risultati ottenuti con la DGP di tutti i cromosomi. I dati evidenziano che la Spagna è uno dei paesi del mondo dove questa tecnica è più impiantata e sviluppata.

Il Congresso ASEBIR riunisce a Girona… biologi specializzati in Riproduzione

(06-10-2011)

Institut Marquès presenta i suoi risultati con l’uso del polarizzatore come una tecnica avanzata per l’osservazione degli ovociti.

Il polarizzatore è una nuova tecnologia disponibile nel nostro laboratorio che ci permette di osservare le strutture più importanti dell’ovocita, come il fuso meiotico o la zona pellucida ed evitare danni nel processo di fecondazione, migliorando in tal modo le possibilità di gravidanza.

Nel lavoro presentato alla conferenza, lo staff di Biologia Riproduttiva dell’Institut Marquescommenta i risultati ottenuti con questa tecnica applicata agli ovociti delle donatrici. Secondo Arantza Farreras, biologo FIV, “nel 97% degli ovociti delle notre donatrici è presente il fuso meiotico, che ci permette di fecondare l’ovocito senza danneggiarlo”.

Oggi al Congresso Mondiale dell’ Endometriosi

(07-09-2011)

Oggi, al Congresso Mondiale dell’ Endometriosi, il Dott. Suñol presenterá uno studio svolto dall’Institut Marquès che mostra come l’uso di tecniche di Procreazione Assistita ottimizza le possibilitá di gravidanza in pazienti con endometriosi mite o severa.

Secondo il Dott. Suñol “quando si parla di endometriosi é specialmente importante analizzare il seme dell’uomo e studiare il FISH e la frammentazione del DNA. Grazie agli anni d’investigazione realizzati da Institut Marquès, molte donne affette da questo problema hanno la stessa opportunitá di diventare madre che donne non affette”.

Fino a 1300 specialisti in differenti discipline stanno assistendo il Congresso Mondiale dell’Endometriosi che durerá fino a domani.

Embryoscope: una nuova tecnologia per osservare l’embrione secondo dopo secondo

(30-06-2011)

Nel nostro laboratorio di Fecondazione in Vitro disponiamo dell’avanzata incubatrice di embrioni Embryoscope.

Grazie a una videocamera installata nel suo interno possiamo vigilare in ogni momento lo sviluppo dell’embrione, osservarlo senza esporlo ai cambi esterni e facilitare la sua evoluzione nelle migliori condizioni.

Inauguriamo il nuovo laboratorio di Andrologia

(29-06-2011)

L’Istitut Marquès inaugura oggi il suo nuovo laboratoria di Andrologia, una spazio più ampio e equipaggiato con le ultime tecnologie dove tutto è diretto a migliorare il potenziale per la fecondazione delle mostre dello sperma.

Nel laboratorio si analizzano e si realizzano le diagnosi dei campioni dello sperma e si preparano per il suo futuro uso nella Fecondazione in Vitro.

I nostri biologi fissano anche i campioni per la realizzazione della tecnica FISH e lo studio della fragmentazione che si realizza nel Laboratorio di PGD.

Il blog della fertilità

(23-06-2011)

La Dr. Marisa Lopez Tejon, direttrice dell’Istituto Marquèes crea il blog della fertilità per raccontare il giorno dopo giorno di una clinca di sterilità e proporre temi di discussione, dove i commenti e le opinioni sono benvenuti. Vi animiamo a partecipare: Il blog!

Miglioriamo i nostri risultati

(20-06-2011)

Il 58,4% di possibilità di gravidanza per ciclo con adozione di embrioni.

Miglioriamo i nostri risultati

(17-06-2011)

Il 70% di possibilità di gravidanza per ciclo con donazione di ovuli.

Intervista al Dr. Ferrán García

(14-06-2011)

Il Dr. Ferran García, Capo di Andrologia dell’Istituto Marquès, verrà intervistato oggi nel programma “Para todos la 2”, del secondo canale della televisione spagnola, dove parlarà di infertilità maschile. Spiegherà, tra altre cose, che fattori stanno provocando che la qualità dello sperma nei giovano sia sempre peggiore e le alternative che esistono per gli uomini con problemi di fertilità. Darà anche alcuni consigli per migliorare la nostra salute riproduttiva.

Sempre più donne vogliono un parto naturale

(07-06-2011)

Sempre più donne incinta chiedono un parto più naturale e meno medicalizzato, secondo quanto si osserva nell’Unità di Ostetricia dell’Institut Marquès.

Posso partorire senza anestesia? Evitare episiotomia? Avrò un contatto diretto col mio bambino? Queste domande sono abituali nelle donne in stato di gravidanza.

Nonostante, chiarisce il Dr. Alex García Faura, Capo di Ostetricia dell’Institut Marquès, “la donna deve sapere che il parto non è solo un atto emozionale o sociale, ma è anche un atto medico, uno dei maggiori rischi per la vita di una donna. Per questo è importante orientare la donna incinta sui rischi e i benefici, attraverso un programma di parto personalizzato che si adatti al massimo ai suoi desideri con le dovute garanzie”.

Record storico di trapianti di cellule madri procedenti dal sangue

(30-05-2011)

In Spagna il numero di pazienti che possono beneficiarsi di un trapianto di cellule madri della sangue, midollo osseo e cordone ombelicale continua crescendo e l’anno scorso aumentó di un 15%:

Il tipo di trapianto che è aumentato maggiormente è quello delle cellule madri procedenti dal sangue periferico. Si tratta di una donazione che nell’Instituto Marquès promuoviamo tra le nostre donanti di ovuli, compromesse con la società. Il procedimento è simile a una donazione di sangue e grazie a questo, ogni anno migliaia di malati di linfoma, leucemia e altri tumori riescono a salvare la loro vita.

Il Dr. Ferran García, premiato dall’Associazione Spagnola di Andrologia ASESA

(09-05-2011)

Il Dr. Ferran García, Responsabile dell’ Unità di Andrologia dell’Istituto Marquès, ha ricevuto lo scorso 1 maggio nel XV Congresso di ASESA il premio Angel Bayo al miglior articolo di recensione, per un lavoro sull’ eiaculazione precoce.

Si calcola que un terzo degli uomini sperimentano in un momento o l’altro della proprio vita questo disturbo che rende difficili le relazioni sessuali e può occasionate problemi di coppia. Secondo quanto spiega il Dr. García nell’articolo premiato, si tende a credere che l’eiaculazione precoce possa avere in certi casi una base genetica.

Invece, nella maggior parte dei casi questo disturbo è di origine psicologico ed è correlato a fattori come ansia o cattivo apprendimento. Meno frequentemente si deve a patologie come la prostatite o il consumo di farmaci. In qualsiasi caso, l’eiaculazione precoce si può curare, per questo è importante affrontare il problema e consultare sempre lo specialista.

Il Dr. Ferrán García parla delle patologie della eiaculazione all’Università di La Laguna, Tenerife

(06-05-2011)

Il capo dell’Unità di Andrologia dell’Istituto Marquès, il Dr. Ferran García partecipa oggi alle Giornate Canarie di Andrologia organizzate dall’Università di La Laguna. In una conferenza diretta a medici e studenti di Medicina, lo specialista ha presentato le opzioni dei trattamenti che esistono attualmente per gli uomini che desiderano essere padri e presentano problemi per eiaculare, dovuto fondamentalmente a patologie psicologiche, uso di farmaci, tumori o certe malattie come il diabete.

Mostriamo la tecnica del PGD di tutti i cromosomi a biologi del Medio Oriente

(28-04-2011)

La Dr. Esther Velilla, responsabile del Centro di Medicina Embrionaria di Barcellona (CME), ha realizzato oggi un workshop in Istambul per biologi provenienti da Iran, Iraq, Siria, Turchia e Arabia Saudita sul PGD per l’analisi di tutti i cromosomi e altre novità sulla Biologia Riproduttiva.

L’Institut Marquès informa donne immigranti su temi ginecologici

(27-04-2011)

Nel nostro programma di Responsabilità Sociale Corporativa, i ginecologi Dr.Hans Arce e Dr.Flor Steinvarcel informarono le donne del collettivo immigrante dell’Associazione Donne Latine senza Frontiere di Barcellona sugli effetti degli ormoni, la mestruazionee gli anticoncezionali.

 

Sono sempre più le donne che sono madri grazie alla donazione d’ovuli

(15-04-2011)

Secondo il registro ufficiale della Regione Catalana (FIVCAT 2008), quasi la metà (il 43%) degli embrioni impiantati con i trattamenti di riproduzione procedono da una donazione di ovuli e questa percentuale aumente giorno dopo giorno. Questo aumento è dovuto al fatto che nei paesi industrializzati, sempre più donne si propongono diventare madri a un’età nella quale gli ovuli sono invecchiati e hanno bisogno di quelli di una donna più giovane per raggiungere la gravidanza.

Le madri giovani aumentano di peso più rapidamente e si prendono meno cura di se stesse

(14-04-2011)

Uno studio dell’ Università del Minnesota suggerisce che le madri giovani trascurano di più la propria alimentazione e l’esercizio fisico rispetto alle madri di più di 30 anni.

È un dato di fatto che riscontriamo nel reparto di Ostetricia dell’Institut Marquès. Molte donne, sopratutto le più giovani, continuano a credere che con la gravidanza le he permesso prendere peso, mangiare capricci que sbilanciano la lora dieta e smettono di fare esercizio fisico, tutte cose che portano ad un aumento esagerato di peso e a perdere tono muscolare durante dei mesi cruciali. Questo non succede così frequantemente tra le donne di 40 anni, che sono più cosciente dello sforo che suppone prendersi cura di se stesse e sanno che con un buon atteggiamento e abitudini sane possono migliorare la gravidanza, e per questo fanno più caso ai consigli del ginecologo.

È precisamente durante questi mesi quando si deve mantenere il più possibile una dieta equilibrata e attività fisica regolare per prevenire problemi di diabete, di spalda o di sovrappeso. Quello di mangiare per due ormai è storia passata, non si tratta di mangiare di più ma di mangiare bene” afferma eil Dr. Alex Gracía Faura.

Come lavorano i nostri biologi?

(13-04-2011)

Nelà laboratorio di Procreazione Assistita il nostro piccolo paziente è l’embrione ed ogni cosa è importante quando ce ne prendiamo cura. Per far si che non subisca danni dai cambi di temperartura, luce o ambiente, i nostri biologi lavorano praticamente al buio, non usano ne cosmetici ne profumi e non indossano gioielli o orologi dal momento che tutti questi elementi potrebbero suporre l’ingresso di particelle contaminanti.

La purezza dell’aria si mantiene anche grazie a un complesso sistema di filtri di carbone attivo, pressione positiva per far si che le possibili impurità sempre salgano verso l’esterno, e pareti e suolo che scaricano l’elettricità statica. Inoltre, un insieme di tavoli idraulici anti vibrazione garantisce la precisione nei movimenti in un lavoro così minuzioso e delicato como quello che realizzano i nostri embriologi.

Quattro donne su dieci che realizzano un trattamento di riproduzione in Catalogna sono straniere

(11-04-2011)

Secondo il registro ufficiale della Regione Catalana FIVCAT 2008, el 38,7% delle donne che seguono un trattamento di riproduzione assistita in Catalogna vengono dall’estero. In centri di riferimento come Institut Marquès, sono già 7 pazienti che provengono da altri paesi. Si tratta fondamentalmente di coppie che in certi casi sono più di 18 anni che stanno cercando di diventare genitori e arrivano al nostro centro dopo numerosi tentativi, con l’ultima speranza di raggiungere il concepimento.

Donne senza partner: un altro cammino verso la maternità

Diventare madre single à una decisione che prendono sempre più donne. Donne senza partner maschile che si rivolgono alla riproduzione assistita per diventare madri, perché la legge spagnola permette che una donna possa avere accesso ai trattamenti di fertilità senza discriminazione del suo stato civile o orientazione sessuale. Il 22 febbraio scorso, il Dr. Braulio Peramo, Capo del Reparto di Procreazione Assistita dell’Instituto Marquès, spiego in una conferenza che attualmente 1 trattamento di fertilità su 5 si realizza per donne senza partner che decidono avere un figlio attraverso la donazione di sperma. Inseminazione, Fecondazione in Vitro, Fecondazione in Vitro con donazione di ovuli, o adozione di embrioni son le opzioni che esistono, dipendendo dall’età e dalle caratteristiche di ogni donna, con risultati sempre migliori, e che nel caso di donazione di ovuli superano il 64% di possibilità di gravidanza. Cosa straordinaria pochi anni fa che si à normalizzata con il tempo nella società e che oggi si trova in pieno auge tra il crescente movimento di singles.

Analisi di tutti I cromosomi embrionali per donne sopra i 40 anni, raddoppia le loro possibilità di gravidanza.

(6-1-2011)

70% delle donne che viaggiano a Barcellona con il fine di diventare madre, superano l’età dei 40 anni e dovuto all’età, hanno bisogno di tecniche speciali di riproduzione assisitita per avere un bambino sano, tecniche come il DGP.

Secondo lo studio “Improved pregnancy rates in advanced maternal age” (“Le probabilità di gravidanza migliorato in età materna avanzata”) che l’Institut Marquès e il Centro per la Medicina Embrionale hanno presentato al Congresso sulla Fertilità 2011 a Dublino, la DGP su tutti i cromosomi dell’embrione, utilizzando una nuova tecnica FISH, sviluppata dall’Institut Marquès permette d’aumentare le percentuali di gravidanza in quelle coppie dal 22.2 al 58.3 %:

“Per la prima volta, utilizzando questa nuova tecnica FISH, possiamo analizzare il cariotipo umano completo prima del trasferimento embrionale, aprendo una porta al futuro per quelle coppie che finora non avevamo nessuna o avevano una minima possibilità di diventare genitori. Quello che stanno cercando é un bambino sano e adesso, É alla loro portata. Finalmente possono accedere alla DGP su tutti i cromosomi e cosà­ migliorare in modo significativo la tassa di sucesso della FIVET perché si trasferiscono embrioni cromosomicamente normali, nella loro miglior fase di sviluppo e senza il bisogno di criopreservazione.” Riferisce la dottoressa Esther Velilla, direttrice di laboratorio dell’Institut Marquès.

Parliamo della PGD nel Congresso della IFFS a Monaco 2010

Studio che à stato presentato dall’equipe FIV dell’Institut Marquès durante il Congresso dell’ International Federation of Fertility&Sterility, celebrato nel mese d’Ottobre del 2010 a Monaco, distacca l’utilità della DGP per le coppie a rischio di avere figli affetti da sindromi cromosomiche dovute o all’età materna avanzata, o ad aborti ripetuti o ad anomalie genetiche negli spermatozoi. Uno

Lo Studio si é basato sulle revisioni dei casi di quei pazienti che avevano realizzato Fecondazioni in Vitro con DGP. I biologi hanno scoperto che se non fosse stata applicata questa tecnica per selezionare gli embrioni cromosomicamente sani, le possibilità di trasferire un embrione con anomalie cromosomiche sarebbero state del 50%, considerando che la metà degli embrioni che per il loro aspetto erano candidati ad essere trasferiti, in realtà presentavano alterazioni cromosomiche.

La puntura del testicolo è chiave per individuare la causa dell’infertilità

Più della metà delle coppie (61 %) con ripetuti fallimenti di Fecondazione In Vitro senza causa apparente hanno un problema di meiosi che può essere individuato tramite biopsia testicolare, in modo tale da ricondurre il trattamento verso la gravidanza.

Lo studio IVF Outcome in couples with meiotic anomalies in testicular biopsy che lo Staff di Andrología dell’Institut Marquès ha presentato al congresso della Società Europea di Riproduzione Umana (ESHRE) a Roma, è stato realizzato su un totale di 321 coppie in cui è stato consigliato lo studio di meiosi a causa di ripetuti fallimenti di Fecondazione in Vitro. Per migliorare le possibilita di gravidanza davanti a un problema di meiosi, gli specialisti consigliano o di ricorrere alla banca del seme–nei casi più patologici- o di realizzare la Fecondazione In Vitro con il seme dell’uomo analizzando gli embrioni prima di impiantarli, per trasferire nell’utero della donna solo quelli cromosomicamente sani. Con questa tecnica, conosciuta come Diagnosi Genetica Preimpianto, le percentuali di gravidanza raggiungono, secondo lo studio, un 50%.

Parliamo di sterilità maschile nel Congresso di Ginecologia di San Pietroburgo

La nostra équipe darà due conferenze sul fattore maschile e sull’analisi embrionale a carico del prof. Juan Alvarez e della Dott.ssa Cristina Guix nel Congresso delle Nuove Tecnologie in Ginecologia organizzato dal Centro di Investigazione in Ginecologia del Ministero della Salute russo dal 7 al 10 giugno in San Pietroburgo.

L’Institut Marquès nella Conferenza Alpha 2010 di Biologia Riproduttiva celebrata in Ungheria

Il Prof. Alvarez ha partecipato come speaker nel congresso internazionale Alpha celebrato a Budapest dal 30 aprile al 2 maggio con una conferenza dedicata ai nuovi progressi sulla crioconservazione spermatica ed ai segnalatori molecolari del danno post-congelamento. Alla conferenza Alpha sono invitati come speakers i leader di opinione nel campo della biologia riproduttiva.

Il direttore scientifico dell’ Institut Marquès, coautore della nuova Guida Pratica per il Laboratorio di Andrologia

Il nostro direttore scientifico, il Prof. Juan G. Alvarez, è uno degli autori del nuovo manuale di andrologia intitolato, Guida Pratica per il Laboratorio di Andrologia, scritto dagli attuali leader di opinione in biologia riproduttiva provenienti da istituzioni tan prestigiose come l’ Ospedale Universitario Karolinska, L’Università di Oslo e l’Ospedale Tygerberg in Sudafrica. Il manuale contiene tutti gli aspetti relazionati con l’analisi del seme e la funzione spermatica e stabilisce le raccomandazioni sui criteri di qualità seminale.

Pubblichiamo nella rivista Fertility&Sterility un articolo sull’uso di spermatozoi testicolari

In uno studio pubblicato nella rivista Fertility and Sterility, il dott. Juan G. Alvarez, Direttore Scientifico dell’Istituto Marques e professore ad Harvard, unitamente al dott. Sakkas, professore della Università di Yale, segnalano che il 40% delle coppie con il DNA spermatico danneggiato rimangono incinta grazie all’utilizzo di spermatozoi testicolari e che più del 90% delle gravidanze si ottiene nel primo ciclo. Per maggiori informazioni (english).

La Procreazione Assistita e i nuovi modelli familiari

Al fine di promuovere la formazione nell’ambito della Medicina Riproduttiva, l’Istituto Marquès accoglie richieste di tirocinio di studenti di Biologia o giovani biologi che frequentano un Master in Biologia Cellulare o Biomedicina. Il programma si sviluppa in collaborazione con l’Univertà Autonoma di Barcellona, l’Università di Barcellona e l’Univerità Pompeu Fabra. In questo modo, nei nostri laboratori di FIV, PGD e Andrologia, gli studenti protranno ampliare le proprie conoscenze e conoscere, in prima persona, i processi più innovativi nell’ambito delle Tecniche di Procreazione Assistita.

L’Institut Marquès promuove la donazione di midollo osseo tra le donatrici di ovuli

All’interno del programma di Responsabilità Sociale Corporativa, l’Istituto Marquès collabora con la Fondazione Internazionale Josep Carreras per la lotta contro la leucemia (www.fcarreras.org). Si tratta di una malattia di cui solamente in Spagna si diagnosticano ogni anno 4000 nuovi casi. Molti degli ammalati, soprattutto i più giovani, potranno vivere solamente grazie ad un trapianto di midollo osseo. Per questo motivo, e tenendo presente che le nostre donatrici di ovuli sono giovani particolarmente altruiste e solidali, abbiamo promosso una campagna informativa per invitarle a diventare anche donatrici di midollo osseo.

“Una cicogna provetta”, il libro nel quale i nostri pazienti Raffina e Bertrando spiegano come sono nati i loro figli

Raffina e Betrando sono una delle mille coppie che abbiamo aiutato a essere genitori. Hanno scritto una storia per spiegare ai loro gemelli come naquero grazie ad un regalo molto speciale: la donazione di seme. Il loro medico, il Dott. Olivares è uno dei personaggi di questa opera che è una grande storia d’amore, secondo gli autori.

Maggiori informazioni sul libro: http://www.uni-service.it/una-cicogna-provetta.html

Corsi di sessualità per adolescenti

Institut Marquès sta sviluppando un programma di corsi di sessualità per adolescenti in diverse scuole di Barcelona. In queste sessioni, dirette a studenti delle scuole secondarie, i nostri ginecologi offrono la informazione e formazione necessarie perchè i giovani assumano una attitudine positiva in relazione alla loro sessualità e una condotta sessuale responsabile que possa evitare malattie a trasmissione sessuale e gravidanze non desiderate.

La Procreazione Assistita e i nuovi modelli familiari

La Responsabile del Servizio di Procreazione Assistita, Dott.ssa. Marisa López-Teijón, ha tenuto nel novembre del 2009 una conferenza sull’evoluzione dei nuovi modelli familiari e il suo riflesso nella Procreazione Assistita, all’interno del V Simposio sulla Riproduzione Umana Assistita organizato dall’ IRAGA (Istituto di Procreazione Assistita di Galizia) e la Unità di Procreazione Assistita La Rosaleda.

Conferenza del prof. Alvarez sul fattore maschile nell’Incontro annuale della Società Irlandese di Fertilità

Il nostro direttore scientifico interviene come relatore principale nell’incontro di maggio del 2009 a Galway (Irlanda) con una conferenza dedicata al fattore maschile genomico e alla sua importanza nella diagnosi e trattamento di coppie con ripetuti insuccessi in trattamenti di Fecondazione In Vitro e infertilità di lunga evoluzione.

La nostra esperienza sulla Diagnosi genetica Preimpianto al congresso PGDis di Miami

Le biologhe dell’Institut Marquès/Centro di Medicina Embrionaria parteciparono al congresso PGDis celebrato dal 22 al 25 aprile a Miami.

La Dottoressa Esther Velilla e la Dottoressa Silvia Fernández parlarono dell’utilità della PGD nello studio dell’infertilità maschile e di come ottimizzare la selezione di donatrici di ovuli mediante una avanzata tecnica per analizzare il contenuto cromosomico degli ovuli: la biopsia del corpuscolo polare.

Institut Marquès, presso il Xº Congresso Annuale dell’Associazione Bulgara d’Infertilità

La frammentazione del DNA negli spermatozoi è un esame di grande importanza per la diagnosi e il trattamento della sterilità. Il Direttore Scientifico dell’Institut Marquès, il Dott. Alvarez, discutirà questo tema nella riunione dell’Associazione Bulgara d’Infertilità che si terrà dal 23 al 26 d’Aprile 2009.

Ricerca sulla scongelazione di seme pubblicata in Fertility Sterility

La temperatura di scongelazione può essere un fattore decisivo per la qualità finale degli spermatozoi. Secondo lo studio scientifico Effect of thawing temperature on the motility recovery of cryopreserved human spermatozoa realizzato dallo staff di Bilogia Riproduttiva dell’Istituto Marquès unitamente ad altri gruppi di recerca internazionale, scongelare i campioni di seme a 40ºC (e non a 37ºC) permette di recuperare un maggiore numero di spermatozoi mobili (fino ad un 40% in più).

Il lavoro è stato realizzato in collaborazione con il Center of Research on Reproduction della Università di Pensilvania, the Jones Institute for Reproductive Medicine de Virginia Medical School, il Centro Medico Seremas di Buenos Aires e il Laboratorio di Studi della Riproduzione di Buenos Aires.

La scoperta risulta di particolare interesse per i trattamenti di inseminazione artificiale perchè permette di recuperare un maggiore numero di spermatozoi mobili e realizzare così la inseminazione in condizioni ottimali.

Ultimi studi sul fattore maschile nel Congresso Internazionale di Andrologia

Nel marzo del 2009 si ha celebrato a Barcelona il Congresso Internazionale di Andrologia nel quale sono stati presentati i nostri lavori sullo studio genetico del fattore maschile (Fish e meiosi). Il congresso è stato supervisionato dal direttore scientifico Prof. Juan G. Álvarez, lider di livello mondiale in merito a questa questione che riguarda più della metà delle coppie sterili.

Il team internazionale dell’Institut Marquès partecipa all’incontro dei pazienti scozzesi di Cradle

Il Dr. Raul Olivares e la Dr. Victoria Walker parteciparono a febbraio 2009 alla riunione organizzata dal “Cradle” –una organizzazione caritativa scozzese che offre supporto a persone e coppie con problemi d’infertilità. Durante l’incontro, celebrato a Glasgow, i nostri specialisti hanno esposto le ultime scoperte per il trattamento della sterilità –con speciale attenzione allo studio genetico dell’infertilità maschile– ed hanno risposto alle domande dei presenti sui diversi aspetti della Procreazione Assistita.

Studio comparativo sulla donazione di embrioni

Institut Marquès ha partecipato nello studio comparativo su donazione di embrioni, realizzato dal National Embryo Donation Center in otto paesi. Il lavoro fu presentato nel Congresso della Società Americana di Medicina Riproduttiva svolto a San Francisco nel novembre 2008.

Divulgazione in Africa sulle tecniche di Procreazione Assistita

All’interno del suo programma di Responsabilità Sociale Corporativa, Istituto Marquès collabora solidalmente con l’Ospedale Provita Specialist del Ghana mediante l’invio di materiale informativo sulle tecniche di Procreazione Assistita destinato alla popolazione di questo Paese africano.

Nuova tecnologia per identificare gameti ed embrioni di alta qualità

Grazie alla collaborazione con il Dott. Lev Perelman, Professore della Harvard Medical School e Docente presso il Massachusetts Institute of Technology, l’Istituto Marquès sta attualmente lavorando sull’implementazione di una nuovissima tecnologia all’avanguardia, conosciuta come Confocal Light Absorption Scattering Spectroscopy. Questa tecnologia permette di differenziare gli spermatozoi con DNA frammentato da quelli con DNA integro e, pertanto, puó essere utilizzato per selezionare spermatozoi con il DNA intatto e migliorare cosí i tassi di gravidanza nelle tecniche di Procreazione Assistita. Oltretutto, questa rivoluzionaria tecnologia potrá essere applicata alla Diagnosi Genetica Preimpianto in forma non invasiva per la selezione di embrioni con una carica cromosomita normale; ovvero, per identificare e selezionare embrioni senza alterazioni cromosomiche senza dover realizzare la biopsia embrionaria.

L’Institut Marquès participa al Congresso di Fertilità in Bulgaria

Il Dr. Raul Olivares, Direttore del Programma Internazionale dell’ Istituto Marquès, é stato invitato insieme ad altri prestigiosi professori di differenti paesi, al Congresso Nazionale della Societá di Fertilitá in Bulgaria celebrato lo scorso mese di aprile a Varna. Nella sua conferenza ha esposto le tecniche piú avanzate per pazienti con pronostico negativo, come lo studio del fattore genetico maschile, PGD, protocolli di stimolazione e nuove prove per lo studio della impiantazione.

Il professor J.G. Alvarez, ospite d’onore nel VII Congresso di Andrologia e Gametologia di Santiago del Chile

Il nostro direttore scientifico ha impartito in questo congresso due magistrali conferenze: una riguardo le tecniche diagnostiche per l’identificazione dei migliori spermatozoi per l’ICSI e la seconda riguardo le applicazioni cliniche dello studio della frammentazione del DNA spermatico nella diagnosi e nel trattamento di coppie non fertili. Durante la sua visita ha incontrato un gruppo di studenti di Biología Riproduttiva di cui sta dirigendo la tesi di dottorato ed é stato intervistato dalla Televisione Nazionale Cilena.

Intercambio scientifico con l’Universitá de La Frontiera del Cile, pionera nella vetrificazione degli spermatozoi

All’inizio del 2008 abbiamo inaugurato un nuovo programma scientifico in collaborazione con l’Universitá de La Frontera, a Temuco, in Cile per lo sviluppo della tecnica di vitrificazione degli spermatozoi. Attraverso questo nuevo metodo, mai sperimentato fino ad ora, si vuole ottimizzare la crioconservazione degli spermatozoi in tutti quei casi in cui é necesario congelarli, evitando cosí che durante il descongelamento il DNA degli spermatozoi si possa danneggiare, e aumentando la percentuale di gravidanze.

Institut Marquès, all’avanguardia nella biología riproduttiva

Iniziamo il 2008 con un nuovo obiettivo scientifico diretto a migliorare la percetuale di gravidanze: da una parte prevenire la multinucleazione embrionaria (embrione con piú di un núcleo in qualcuna delle sue cellule) dall’altra cercare di ottenere una gravidanza con embrioni multinucleici che fino ad ora venivano scartati…Questo progresso é stato possibile grazie alla nostra recente collaborazione con la Dott.ssa Vanessa Rawe, esperta a livello mondiale in multinucleazione embrionaria, traffico intracellulare, ultrastruttura di microtuboli e centrioli spermatici e protosomi ovocitari. Con lei apriamo una nuova linea investigativa sulla vitrificazione degli ovociti e il miglioramento della percentuale di gravidanze con embrioni derivati dagli stessi.

04721
.Dr. Vanessas Rawe with Dr. Jesus del Mazo, professor of the Biological Research Centre of the CSIC.

Facciamo formazione sullo studio del fattore maschile per gli specialisti europei.

Il proffessore J. G. Alvarez, direttore scientifico dell’Instituto Marquès, ha presenziato in dicembre alle giornate scientifiche del Campus Course della ESHRE (Associazione Europea di Riproduzione Umana) in Bruxell, formando specialisiti europei sullo studio del fattore maschile. Instituto Marquès è oggigiorno pioniero nell’applicazione di queste tecniche sconosciute in molti paesi (studio di meiosi, FISH nel seme e studio di frammentazione del DNA spermatico) che possono spiegare il fallimento di precedenti tentativi di gravidanza, e grazie alle quali molte coppie stanno riuscendo a diventare genitori con noi, dopo non esserci riusciti in altri centri del mondo.

Nuovo metodo per differenziare gli spermatozoi migliori

In collaborazione col Dott. Uwe Paasch dell’Università di Lipsia, stiamo sviluppando una nuova tecnica (colonne di Annexin V) per selezionare gli spermatozoi genomicamente più validi, in grado di generare embrioni di buona qualità e di dar luogo a gravidanze che giungano a termine.

Institut Marquès, in “Human Reproduction”

La prestigiosa rivista “Human Reproduction” ha pubblicato l’articolo d’opinine del nostro Direttore Scientifico, il Dott. J.G. Alvarez, intitolato «I livelli di frammentazione del DNA nello sperma misurati con il metodo SCSA dopo la centrifugazione in gradiente non sono indicativi dei risultati delle Tecniche di Procreazione Assistita», L’articolo stabilisce i metodi migliori per determinare una causa comune per la quale molti trattamenti non hanno successo: il danno nel DNA degli spermatozoi. Leggere di più.

Institut Marquès certifica la sua qualità con la certificazione ISO 9001

In riconoscimento al nostro interesse nell’offrire ai nostri pazienti un servizio eccellente, Institut Marquès ha ottenuto la certificazione di qualità ISO 9001. Questa norma garantisce che tutti i nostri procedimenti siano orientati a offrire un’alta qualità assistenziale, seguendo i principi di continuo miglioramento, leadership, partecipazione, coinvolgimento di tutto il personale sanitario, amministrativo e gestione dell’organizzazione nel beneficio del paziente.