Diagnosi Genetica Preimpianto. Con Arrays o con FISH?

(30-1-2015)

La biologia molecolare, ed in concreto la tecnica di Arrays-CGH (Ibridazione genomica comparata in chip di DNA), si è largamente diffusa negli ultimi anni essendo un metodo altamente efficace per la diagnosi degli embrioni ottenuti con la Fecondazione In Vitro. Tuttavia, come annunciato dal nostro team di genetisti nell’articolo pubblicato questo mese nella rivista Systems Biology in Reproductive Medicine, la tecnica di Ibridazione In Situ Fluorescente (FISH) applicata all’analisi di tutti i cromosomi dell’embrione è una alternativa di uguale efficacia, che ci permette di ottenere un percentuali di gravidanza per transfer superiore al 60% con la Fecondazione In Vitro.

In entrambi i casi si tratta di analizzare geneticamente gli embrioni mediante DGP prima di trasferirli all’utero della donna, al fine di impiantare unicamente quelli che non presentano anomalie e daranno quindi origine alla gestazione di un bambino sano.