L’ infertilità, una sfida per la coppia

Può un trattamento di riproduzione assistita avere una ripercussione sulla vita di coppia? Gli esperti assicurano che, con le giuste precauzioni, non debba essere necessariamente così

Può un trattamento di riproduzione assistita avere una ripercussione sulla vita di coppia? Gli esperti assicurano che, con le giuste precauzioni, non debba essere necessariamente così. È importante affrontare il trattamento come un nuovo obiettivo, positivamente, ed evitare la sensazione di vittimismo. Aiuta ricordare che la maggior parte delle donne che si sottopongono ad un trattamento di sterilità, riescono a diventare madri.

Nel suo libro “¡Quiero quedarme embarazada ya!“, la Dottoressa Marisa López-Teijón afferma che “durante il percorso è importante coinvolgere il compagno e mantenere le proprie abitudini sessuali. Se il sesso si trasforma solo in uno strumento per raggiungere la gravidanza, si può provocare un blocco del desiderio, causando problemi di relazione all’interno della coppia“.

La direttrice di Institut Marquès crede che “le donne debbano pensare al trattamento come un modo romantico per avere un bimbo”. Condividere le sensazioni (positive o negative) che possono emergere in ogni momento, aiuta a rafforzare la relazione. Tuttavia gli esperti raccomandano di parlarne con il proprio compagno solo qualche minuto al giorno.

Ci sono altri consigli che possono essere utili ad attenuare lo stress o la tensione. Un esempio: mantenersi occupati. Quando ci distraiamo il tempo passa più velocemente e smettiamo di concentrarci su un pensiero fisso.

Nonostante ciò, se la paziente nota difficoltà a gestire il tema, si raccomanda di ricorrere ad un aiuto psicologico. Le cliniche offrono un servizio di assistenza psicologica per orientare ed aiutare le persone a controllare gli sbalzi emozionali durante il trattamento di riproduzione assistita.