Le celebrità che parlano dell’endometriosi

Il 10% delle donne soffre di endometriosi, una malattia molto più comune di quello che pensiamo, ma di cui ancora molte donne non ne parlano

L’endometriosi è molto più comune di quanto possiamo immaginare. In effetti, circa il 10% della popolazione femminile mondiale ne soffre.

Il Ministero della Sanità definisce l’endometriosi come “l’impianto e la crescita di tessuto endometriale benigno fuori dell’utero”, in particolare nella cavità pelvica (ovaie, tube di Falloppio, legamenti uterini, intestino…) ma, in casi estremi, può anche estendersi ad altre parti.

infertilità (che può interessare il 30-40% delle donne con endometriosi) e dolore pelvico cronico. Altri sintomi non ginecologici sono il dolore addominale o alla schiena, dolore durante la minzione o a defecare, o emorragie.

È importante conoscere l’endometriosi perché, pur essendo così comune, anche oggi è una malattia di cui non si parla. Molte donne addirittura non sanno di averla. “Le donne non sono destinate a soffrire, anche se siamo cresciuti con questo modo di pensare” ha dichiarato Susan Sarandon nel 2011 durante la cerimonia della Fondazione Americana Endometriosi e ha poi aggiunto: “Non va bene perdere parte della tua vita a causa del dolore e dell’eccessivo sanguinamento. Non è bello essere costretta a stare a letto 2 o 3 giorni al mese. Non va bene avere dolore durante il sesso”.

Maggiore visibilità

Come l’attrice, da qualche tempo ci sono state altre celebrità che hanno condiviso pubblicamente la loro esperienza e la loro lotta contro l’endometriosi. Un fatto questo che ha contribuito a dare maggiore visibilità a questa malattia tanto diffusa.

L’ultima a farlo è stata Lena Dunham, che ha da poco subito un’isterectomia. Lo ha condiviso pubblicamente scrivendo un articolo su Vogue per far conoscere la malattia e mostrare alle donne che soffrono di endometriosi di non essere sole.

Alcuni anni fa, la protagonista di Girls pubblicò sul suo sito web Lenny Letter una dichiarazione dettagliata della sua vita da quando, da adolescente, scoprì di soffrire di endometriosi.

Anche la nuova eroina di Star Wars, Daisy Ridley, nel 2016 ha reso pubblica la sua esperienza con la malattia, che ricomparì otto anni dopo una laparoscopia e molte altre visite mediche.

Anche l’attrice Whoopy Goldberg da più di 30 anni soffre di endometriosi e si è mostrata più volte sorpresa per la mancanza di conoscenza che si ha della malattia. Nel suo discorso del 2009 durante la cerimonia dell’ Endometriosis Foundation of America, confessò che non avrebbe mai immaginato che molte donne non sanno nulla al riguardo. Anche se ci sono sintomi, come quelli riportati anteriormente, è anche vero che nel 15-30% dei casi l’endometriosi è asintomatica.

Cause sconosciute

Le cause dell’endometriosi sono ancora sconosciute. Diverse sono le ipotesi, dai problemi del sistema immunitario a cause ambientali o genetiche. La medicina non è ancora stata in grado di prevenirla o sradicarla, ma per lo meno è riuscita a rendere la vita più facile alle persone che ne soffrono, placando i loro dolori.

Pertanto, ritornando alle parole di Susan Sarandon: “La sofferenza non dovrebbe definire l’ essere donna”.