Institut Marquès, alla mostra del premio IGNobel a Tokyo

L’organizzazione del premio Ig Nobel ha scelto Institut Marquès, vincitore del Premio IG Nobel per l’Ostetricia 2017, per essere presente alla Mostra del Premio IGNobel, presso la Aamo Gallery di Tokyo fino al 4 novembre

L’organizzazione del premio Ig Nobel ha scelto Institut Marquès, vincitore del Premio IG Nobel per l’Ostetricia 2017, per essere presente alla Mostra del Premio IGNobel, presso la Aamo Gallery di Tokyo fino al 4 novembre.

L’Ig Nobel ha voluto mettere in risalto la ricerca sugli effetti della musica all’inizio della vita, condotta negli ultimi anni da Institut Marquès, e il progresso di Babypod il dispositivo intravaginale per comunicare con il feto durante la gravidanza.

Nello specifico, la mostra ha messo in luce la ricerca di Institut Marquès, che evidenzia come i feti possono sentire dalla sedicesima settimana, quando misurano 11 centimetri, solo se il suono proviene direttamente dalla vagina. Quando il segnale proviene dall’esterno, in parte viene rinviato all’esterno, mentre un’altra parte viene assorbita e distorta dai tessuti molli, che compongono la parete addominale e uterina. Il suono quindi raggiunge il feto in minore intensità e chiarezza rispetto al punto di emissione. Secondo la ricerca dell’Institut Marquès, il mito di parlare con il bambino attraverso la pancia della madre è da sfatare. Il modo migliore per comunicare con il feto e stimolarlo neurologicamente è via vaginale. Inoltre, secondo la ricerca, la musica attiva l’apprendimento delle lingue.

È stato esposto Babypod

Nella vetrina dedicata al Premio IG Nobel Obstetrics 2017 all’interno della mostra è stato esposto Babypod, l’unico dispositivo che grazie alla musica stimola  la vocalizzazione del bambino prima della nascita. Approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti, Babypod è in vendita online, e le donne incinte possano usarlo a casa o utilizzarlo durante le ecografie per osservare la reazione del feto.

Inoltre, all’interno dell’esibizione sono proiettate immagini e video del momento in cui il team di Institut Marquès ha ricevuto il premio presso l’Università di Harvard, e delle diverse presentazioni per la comunità scientifica europea in occasione dell’IG Nobel Tour. Al tour hanno partecipato illustri scienziati provenienti da tutto il mondo presentando i loro studi al pubblico in modo alternativo e divertente.