Supporto al manifesto dei pesticidi dei Citizens for Science in Pesticide Regulation

Institut Marquès come centro medico, così come la sua Direttrice la Dott.ssa Marisa López-Teijón, fanno parte della coalizione di società civile, istituzioni, scienziati ed esperti legali del Citizens for Science in Pesticide Regulation, che ha firmato un manifesto per chiedere la riforma dell’uso dei pesticidi nell’Unione europea.

Institut Marquès come centro medico, così come la sua Direttrice la Dott.ssa Marisa López-Teijón, fanno parte della coalizione di società civile, istituzioni, scienziati ed esperti legali del Citizens for Science in Pesticide Regulation, che ha firmato un manifesto per chiedere la riforma dell’uso dei pesticidi nell’Unione europea.

L’obiettivo del manifesto è proteggere la sicurezza alimentare attraverso una riforma che privilegia la salute pubblica, l’ambiente e l’agricoltura sostenibile. Per questo, il testo sostiene una regolamentazione indipendente senza interessi acquisiti. Secondo il manifesto, “l’Unione europea in teoria ha una delle migliori normative per i pesticidi nel mondo, ma non la applica nella pratica” e che “il sistema permette che interessi privati abbiano la precedenza su salute e medio ambiente.

Citizens for Science in Pesticide Regulation richiede un regolamento alle autorità europee sull’uso dei pesticidi, per aumentare il livello di protezione contro i pesticidi, che hanno effetti sulla salute e sull’ambiente. Nel caso della salute riproduttiva, studi precedenti sulla fertilità maschile effettuati da Institut Marquès hanno riscontrato una qualità di sperma peggiore in aree in cui la presenza di questo tipo di sostanza chimica era più elevata. Alcune di queste sostanze si comportano come interferenti endocrini, che agiscono come ormoni senza essere ormoni e alterano lo sviluppo testicolare del bambino durante la gravidanza.