Institut Marquès ha scoperto che guardare il cellulare migliora tasso di gravidanza

Visualizzare le immagini di embrioni attraverso Embryomobile incrementa fino al 11% le percentuali di gravidanza di pazienti che hanno subito un ciclo di fecondazione in vitro e trasferimento di embrioni

Lo sapevi che osservare gli embrioni dal tuo telefono cellulare può le percentuali di gravidanza fino all’11%? Questa è la conclusione di uno studio scientifico di Institut Marquès, presentato a diverse conferenze scientifiche in Europa, tra cui la Società Francese di Riproduzione (SFR), che ha ancora una volta selezionato l’abstract dell’Institut Marquès tra i primi 3 dell’anno.

Questo studio retrospettivo dimostra che visualizzare le immagini di embrioni attraverso Embryomobile incrementa fino al 11% le percentuali di gravidanza di pazienti che hanno subito un ciclo di fecondazione in vitro e trasferimento di embrioni. Le percentuali aumentano in proporzione diretta al numero di volte in cui si connettono.

Embryomobile, un esempio di trasparenza, è un’applicazione innovativa che consente ai pazienti di osservare l’evoluzione dei propri embrioni attraverso il cellulare, in tempo reale e per 24 ore, nell’incubatore Embryoscope. Il follow-up può essere fatto da casa o da qualsiasi altro luogo, come fanno gli stessi embriologi , dal momento della fecondazione e fino al loro trasferimento nell’utero materno, cinque giorni dopo.

Connessione emotiva

La ricerca ha coinvolto 934 donne, divise in cinque gruppi, in base al numero di visualizzazioni totali (da 0 a oltre 30). Si è visto che, aumentando il numero di volte in cui osservavano i loro embrioni, aumentavano anche le percentuali di gravidanza: il 72,3% in quelli che avevano superato 30 visualizzazioni rispetto al 61% per coloro che non li osservavano. Il miglioramento della recettività dell’utero potrebbe essere spiegato dalla connessione emotiva di una donna con i suoi embrioni, se può vederli tutti i giorni prima dell’impianto.

Lo studio rivela anche, per la prima volta, l’impatto delle emozioni sull’esito dei trattamenti di riproduzione assistita. “Per la prima volta abbiamo trovato qualcosa che la paziente può fare per migliorare le percentuali di gravidanza nei trattamenti di fecondazione in vitro“, rivela la Dott.ssa Marisa López-Teijón , direttore dell’Institut Marquès.