L’Institut Marquès presenta i suoi ultimi progressi tecnologici all’Imperial College

Musica, applicazioni, telemedicina e realtà virtuale sono gli assi di ricerca dal nostro centro

Più di 700 scienziati si sono riuniti presso il prestigioso Imperial College della London University per conoscere i risultati della ricerca di Institut Marquès. Il Dott. Àlex García-Faura, direttore scientifico della clinica, ha spiegato ai partecipanti gli ultimi progressi nella nota clinica di riproduzione assistita, concentrandosi su musica, applicazioni, telemedicina e realtà virtuale.

Pioniere nello studio degli effetti della musica all’inizio della vita, l’Institut Marquès ha dimostrato che i feti ascoltano dalla sedicesima settimana di gestazione se i suoni provenienti dall’esterno provengono direttamente dalla vagina della madre. Il team guidato dalla dott.ssa Marisa López-Teijón ha creato l’alto parlante intravaginale Babypod, che moltissime donne già stanno utilizzando. Un’invenzione che gli è valso il premio Ig Nobel per la medicina nel campo dell’ostetricia e che ora viene presentato nel Regno Unito.

Innovazioni che migliorano le percentuali di fecondazione

Un’altra innovazione nel campo musicale é stata quella dei concerti dal vivo. Artisti come la cantante Sharon Corr hanno realizzato un concerto live in laboratorio per gli embrioni dei centri, dove in tutti gli incubatori si include la musica. Secondo gli studi condotti nei laboratori dell’Institut Marquès, la musica migliora il tasso di fecondazione del 5% nei trattamenti di fertilizzazione in vitro.

Il cellulare ha anche contribuito a migliorare i risultati nella riproduzione assistita. L’applicazione Embryomobile, un sistema sviluppato da Institut Marquès, consente ai genitori di seguire in tempo reale, da qualsiasi luogo, l’evoluzione dei loro embrioni nell’incubatrice. L’Institut Marquès è l’unico centro di riproduzione assistita che permette ai suoi pazienti di vedere realmente come si evolvono i loro embrioni.

All’Imperial College fu anche discussa la telemedicina. In questa zona, Institut Marquès ha sviluppato e brevettato una tecnica in modo che il paziente possa congelare il suo seme da qualsiasi luogo e portarlo alla clinica, senza bisogno di viaggiare.

Inoltre, sono stati presentati i risultati del loro studio, che mette in relazione la qualità dello sperma e la stimolazione visiva erotica, attraverso la realtà virtuale. Per questo motivo, presso Institut Marquès, tutte le sale di rilascio del campione di seme sono studiate con un disegno suggestivo, e comprendono dispositivi erotici per aumentare il livello di eccitazione, come gli occhiali per la Realtà Virtuale.